La visita al cantiere del Movicentro, tra le iniziative per l'European Mobility Week

Pubblicato il 15 settembre 2021 • Ambiente , Comunicati Stampa , Mobilità Viale Roma, 10078 Venaria Reale TO, Italia

LA VISITA AL CANTIERE DEL MOVICENTRO, TRA LE INIZIATIVE PER L’EUROPEAN MOBILITY WEEK

Anche Venaria Reale partecipa alla 20° edizione della European Mobility Week, l’evento annuale promosso dalla Commissione Europea, che riunisce piccole e grandi città da tutta Europa, all’insegna della promozione di pratiche locali innovative, nell’ambito della mobilità sostenibile. Il tema della settimana, che si svolge dal 16 al 22 settembre 2021, è "Sicuro e sano con la mobilità sostenibile": all’edizione del 2021 stanno partecipando 38 Paesi, per un totale di 1963 città. La scelta del tema di quest'anno rende omaggio alle difficoltà provate dall'Europa - e dal mondo - durante la pandemia di COVID-19. Riflette anche sulle opportunità di cambiamento derivanti da questa crisi sanitaria, senza precedenti. Le città e le amministrazioni urbane hanno fornito risposte creative e di capacità di ripresa, in contrasto alla pandemia. 

Quest'anno, la Settimana della Mobilità Europea celebra la resilienza delle città e i loro successi, cercando di sostenere questo slancio. Le tendenze iniziate lo scorso anno, come l'aumento della mobilità attiva e l'uso della mobilità a basse o zero emissioni, richiedono un'ulteriore sensibilizzazione e una maggiore consapevolezza sul tema.

Fulcro del cambiamento della mobilità da e per Venaria Reale, diventa il Movicentro, prossimo alla conclusione, la zona attorno alla Stazione della Ferrovia Torino-Ceres, luogo in continua trasformazione. 

Il sindaco della Città di Venaria Reale puntualizza l’importanza della visita al cantiere del Movicentro, come occasione per fare il punto sulla mobilità sull’intero territorio. La ferrovia Torino-Ceres, grazie agli interventi di collegamento con la Stazione di Porta Susa, attraverso il tunnel di corso Grosseto, cambierà  l’intero panorama della mobilità e relativa viabilità, verso l’aeroporto di Torino, della stessa zona nord del capoluogo piemontese, per le Valli di Lanzo e per le Langhe con Alba e Bra. Un intero sistema territoriale che vede al proprio interno beni culturali come il complesso della Reggia di Venaria Reale, il Sistema della Residenze Reali Sabaude, il MAB Unesco Collina Po, il Parco Reale de La Mandria. Inoltre, l’Allianz Stadium Juventus, sarà servito dalla nuova Stazione Rigola. Tutto il tessuto produttivo di questa zona, che presto vedrà, nella rinata FTC, uno strumento che faciliterà notevolmente gli spostamenti da e verso Torino. Una interconnessione con l’intero SMF, il Sistema Metropolitano Ferroviario e la Metropolitana torinese, che agevolerà anche il turismo. Una stazione, quella di Viale Roma, a meno di un chilometro dalla Reggia di Venaria e dal Borgo storico, bene culturale tra i più frequentati a livello nazionale. Conclude il sindaco della Città di Venaria Reale: una scommessa che sta per essere vinta, giunta all’ultimo miglio, che solo grazie al preciso impegno di tutti gli Enti coinvolti, potrà essere il motore per una migliore qualità degli spostamenti, con la ferrovia presto connessa alle altre reti di trasporto collettivo ed individuale, in una visione sostenibile della mobilità.

In specifico, sabato 18 settembre, alle ore 10:30 è in programma l’iniziativa “Nuovi scenari e connessioni a Venaria Reale: visita al cantiere del Movicentro Stazione viale Roma”, dove saranno presenti rappresentanti di Regione Piemonte, Città metropolitana di Torino, Città di Venaria Reale, Agenzia per la Mobilità Regionale e G.T.T. - Gruppo Trasporti Torinesi. In questa occasione, nella nuova piazza fronte stazione, sarà affissa la targa relativa al finanziamento dell’opera realizzata con Contributi a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione cantiere.
Inoltre, verrà assegnato al Movicentro il Marchio di Qualità Design for All (DfA-Quality) dall’Associazione Design For All Italia, presidente Francesco Rodrighiero, un riconoscimento delle caratteristiche inclusive secondo i principi del Design for all, ovvero una progettazione per l’individuo reale, inclusiva ed olistica, che valorizza le specificità di ognuno, coinvolgendo la diversità umana nel processo progettuale. Primo caso per un’opera pubblica in Italia.

Alla città saranno consegnati 60 parcheggi per auto su un unico livello, nella zona fronte stazione, 13 stalli per car sharing, auto elettriche con relative colonnine di ricarica, e 6 per taxi e veicoli per i diversamente abili. Il "bikebox" con 50 spazi per le biciclette, 25 per i motoveicoli e 40 dedicati al bike sharing (20 con pedalata assistita). Si tende alla valorizzazione della stazione ferroviaria di Venaria, ora protesa verso la città, puntando decisamente anche sull’ingresso da via Fabio Filzi angolo corso Garibaldi, come nuovo accesso ai capolinea degli autobus che collegheranno le Valli di Lanzo e il Basso Canavese, in largo Garibaldi (zona scuola Lessona) in collegamento con la ferrovia stessa. Inoltre, la riqualificazione della passerella sulla ferrovia, sempre accessibile da via Filzi, darà nuova vita alla stazione e alla fruibilità della mobilità ferroviaria. Una nuova rotonda in viale Roma, angolo via Filzi, permetterà agli autobus di linea una migliore area di manovra, agevolando la viabilità.
È compreso nei lavori, anche l’ampliamento di viale Roma, per quanto riguarda la sezione stradale, per permettere la sosta e la manovra degli autobus e la connessione con la rete delle piste ciclabili che collegano la stazione dei treni GTT al parco della Corona Verde, alla Reggia e al parco La Mandria.

La nostra città, si è impegnata a organizzare una settimana di attività:
16 e 17 settembre: Parklet in viale Buridani; 
18 settembre: ore 8:30 - da Venaria a Borgaro in bicicletta su Corona di Delizie (ore 11:30 – informazioni su https://www.coronaverde.it/wp/da-venaria-a-borgaro-in-bicicletta-su-corona-di-delizie/); ore 10:30 - visita al cantiere del Movicentro e Parklet in viale Buridani; 
19 settembre: ore 9 - biciclettata da Torino sino al Movicentro (informazioni: 
http://www.lavenaria.it/it/visite-speciali/reggia-bicicletta
https://www.biciedintorni.it/gite-bici/gite-dettagli.php?id=1190

www.andiamoinbici.it/show/vivere-green-alla-reggia-in-bicletta),
passeggiata da viale Roma, via Mensa e ingresso in Reggia.

Tra le altre azioni in programma, vi sono l’attivazione della ZTL nel prossimo mese di ottobre, la realizzazione di un evento Car-Free Day, chiudendo al traffico una o più strade e aprendola a pedoni, ciclisti e mezzi pubblici. Nuove misure permanenti che dovranno contribuire al trasferimento modale dall'auto privata a un mezzo di trasporto compatibile con l'ambiente, vi sono: il miglioramento delle strutture per biciclette,              
l’aumento dei chilometri  della rete ciclabile (creazione di nuove corsie, ampliamento, ristrutturazione, segnaletica ecc.). 

Contestualmente, si stanno realizzando sul nostro territorio i seguenti importanti interventi:  
• pista ciclabile di raccordo tra i percorsi provenienti da Torino sull’asse di via Lanzo e corso Garibaldi (Spina Reale) e i percorsi del Biciplan di Collegno, con un investimento della Regione Piemonte e Città per un totale di Euro 300.000,00,  in fase di completamento;
• realizzazione della nuova Pista ciclabile che attraverso la via Lanzo via San Marchese collegherà il centro di Torino con il Complesso Sabaudo e La Mandria con un investimento Regionale di oltre 1.000.000 realizzata da Città metropolitana come asse strategico primario. 
• progetto Vela con un finanziamento di € 1.500.000,00 della Regione Piemonte Regione Piemonte - Direzione Trasporti, collegamento tra Torino e Lanzo  attraverso i comuni di Cafasse, Robassomero, Villanova Canavese, Ciriè, Lanzo Torinese, Nole, San Maurizio Canavese, San Francesco al Campo, San Carlo Canavese, Caselle Torinese, Borgaro Torinese e Venaria Reale;
• valorizzazione della Corona di Delitie in Bicicletta, con le attività legate alla fruizione nell’ambito del Progetto Corona Verde, finanziate da Città metropolitana di Torino, nell’ Ambito del Bando Periferie;
• realizzazione di nuovi parcheggi box per biciclette per  Euro 15000, destinate alle stazioni di interscambio metropolitane con finanziamento della CMT; 
• razionalizzazione e ammodernamento del sistema TOBIKE con stazioni nuove e rimozione di quelle che negli anni sono state meno utilizzate a cura del Gestore che con l’occasione distribuirà dei buoni sconto per gli abbonamenti al sistema;
• posizionamento di circa 100 nuovi portabici al Movicentro e presso le scuole, la Reggia e gli edifici pubblici a valere sul progetto VIVO, per il quale è stato pubblicato in questi giorni un bando per l’assegnazione di contributi per l’attuazione di progetti di accompagnamento in bicicletta nei tragitti casa-scuola;
• azione “Bike to school” - Progetto “Vi.VO: Via le Vetture dalla zona Ovest di Torino” – Programma nazionale sperimentale per la mobilità sostenibile casa-scuola casa-lavoro.

Tutti questi interventi rientrano nel nuovo Piano della Mobilità sostenibile della Città Metropolitana e nel Piano Urbano del Traffico e della Sosta che la città si accinge a realizzare.

cs_European_Mobility_Week_Movicentro_20210915
Allegato formato pdf
Scarica
invito cantiere Movicentro
Allegato formato pdf
Scarica