L'Atelier della Storia venariese - ottavo incontro

Pubblicato il 25 ottobre 2022 • Associazioni , Comune , Cultura , Storia , Territorio Piazza della Repubblica, 4, 10078 Venaria Reale TO, Italia

L'Assessorato alla Cultura della Città di Venaria Reale, in collaborazione con l'Associazione turistica Pro Loco Altessano-Venaria Reale, il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude Piemonte, l'Archivio storico della Città e la Fondazione Via Maestra organizza un ciclo di otto incontri divulgativi dal titolo "L'Atelier della Storia venariese - dialoghi su fatti, vicende e cronache locali".

La rassegna, che si sviluppa da maggio a novembre 2022, nasce nell'ambito del progetto "Atelier della Storia Venariese - Centro per lo studio, conservazione e diffusione del patrimonio immateriale locale", che ha visto la luce alla fine del 2021 a cura di un'apposita sezione della Pro Loco formata da storici e studiosi del territorio.
L'intento è quello di valorizzare e promuovere la ricchezza e la varietà del patrimonio storico, culturale, ambientale e architettonico cittadino, proteggendolo e tramandandolo.

L'arte musicale dei suonatori di corno da caccia

Venerdì 4 novembre 2022, alle ore 21:00, è in programma l'ottavo appuntamento del ciclo, organizzato nella Cappella di Sant'Uberto della Reggia di Venaria, in piazza della Repubblica 4.

L’incontro, organizzato in occasione della Festa di Sant’Uberto, è un’opportunità per conoscere da vicino i significati e i rituali dell’arte musicale dei corni da caccia.

Relatori

  • Giorgio Marinello
  • Pietro Passerin d'Entrèves
  • Tomaso Ricardi di Netro

Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili e nel rispetto delle vigenti normative anti Covid-19.

Informazioni e aggiornamenti

Associazione turistica Pro Loco Altessano-Venaria Reale
Sito web
Pagina Facebook

Consulta il programma completo del secondo ciclo d'incontri in allegato.

Programma secondo ciclo Atelier della Storia venariese
Allegato formato pdf
Scarica
Invito ottavo incontro Atelier Storia venariese
Allegato formato pdf
Scarica
Comunicato stampa n. 46/2022
Allegato formato pdf
Scarica